sabato 23 giugno 2012

The Best of : The Rice Cottage

Lei si chiama Diane.
Una "e", capite? Una semplice "e" basta per fare la differenza...


 e  infatti questa è casa sua, non mia! 
^_-

 Rice Cottage nasce nel lontano 1874, 
102 anni prima di me...
a Southwest Harbor, nel Maine.


Nel Maine non sono mai stata perché ho una paura matta di volare,
ma penso che prima o poi mi
farò drogare pesantemente
e mi farò caricare (a peso morto) su un aereo...


  E' da quando ero piccola piccola che sogno di 
vedere il Maine, 
da quando la Signora Fletcher girava con la sua bicicletta
per Cabot Cove.


Prima o poi lo farò, anche perché abbiamo
degli amici lì che ci stanno aspettando..


e il mio cucciolo non fa che chiedere di andarci.
E suo padre non vede l'ora di tornarci!
(Ma che uomini coraggiosi che ho in casa!)

  
Per amore dovrò superare una delle mie fobie, 
la più grande.. e per una che odia la velocità e soffre di vertigini
beh..l'aereo non poteva esser che una fobia!


La prima volta che l'ho preso (ho preso l'aereo circa 8 volte
ma mai per più di tre ore che è il mio record massimo
prima dell'iperventilazione! -.-') ero tranquilla,
mi sono stupita.
Mi è quasi piaciuto!

L'ultima volta che l'ho preso?
Ehm... vi dico solo che il pilota era al suo primo volo con passeggeri!
Eh, MA ALLORA DITELO NO!!!!???

Comunque, quando andrò.. Rice Cottage sarà una tappa da fare anche perché è stato trasformato
in una casa da affittare per le vacanze!

Buon lunedì
^_^


"..la vertigine non è paura di cadere 
ma voglia di volare.."
(Lorenzo Cherubini)

18 commenti:

  1. Questo cottage è un sogno ad occhi aperti!!! Che meraviglia!!! Spero, in una prossima vita, di possederne uno!!! A presto. Antonella.
    http://myshabbydreams-antonella.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah lo spero anche io e spero di non possedere lo stesso cottage! ahahah :)

      Elimina
  2. uno splendore! anch'io vorrei visitare il Maine mi piacciono troppo le case e i paesaggi che si vedono nei film e telefilm (La signora in giallo in primis)!!!

    RispondiElimina
  3. Per le vacanzeeeee?
    Aiuto....la fobia...anzi il terrore dell'aereo prende anche me....
    Come fare?
    bè dai....sognare non costa nulla e non fa male a nessuno!!!!!
    Accontentiamoci
    Buon fine settimana
    Monica

    RispondiElimina
  4. Diana, io mi farei narcotizzare ma un'occasione così solo un pazzo se la lascia sfuggire. Corriiiiiiiii.... anzi volaaaaaaaaaa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Farmi drogare pesantemente è l'unica soluzione... ho pure letto tutti quei siti dove ti spiegano come e perché non bisogna aver paura di volare, ma non è cambiato nulla -.-'

      Elimina
  5. ciao Diana, io sono terrorizzata dalla velocità, dalla macchina, dall'autostrada e soffro di vertigini eppure non ho paura di volare. Ti auguro di vincere presto questa tua paura.
    un bacio
    sabina

    RispondiElimina
  6. Stesso problema, ma quando lo inventano in teletrasporto? Chiamiamo il capitano Kirk con l'Enterprise.
    Stefy

    RispondiElimina
  7. Hi Diana,
    the coast of Maine is beautiful. We have stayed in 'the Cottages of
    Cabot Cove' and loved them but I adore this Rice Cottage.
    If you make it to Cabot Cove you might as well come up to Prince Edward Island to and visit me-a nine hour drive and so worth it! Ha! Ha!
    Thanks for sharing -I'm off to see if my hubby would like to take me there!

    Carolyn

    RispondiElimina
  8. ciao cara io avevo una paura matta di volare ed anche tutt'ora ma poi mi sono messa in testa che se volevo vedere tutte le meraviglie che ci sono in questo mondo dovevo per forza .
    bacione grande

    RispondiElimina
  9. Questo cottage è davvero bellissimo ma in quanto alla paura di volare ti capisco, credo però che narcotizzata o no prima o poi un saltino nel Maine lo farai (ma quante ore di volo sono?)
    Buona domenica,
    Daniela

    RispondiElimina
  10. Come ti capisco Diana. La prima volta che ho volato ho pensato che fosse la cosa più bella del mondo e non vedevo l'ora di rifarlo. Poi ad ogni volo aumentava la paura. Quando ho lasciato definitivamente l'Inghilterra ho preso il treno: 24 ore di viaggio da Manchester a Milano pur di non salire sull'aereo. Ogni tanto volo ancora, ma dal momento in cui prenoto il biglietto è un'angoscia unica fino a quando atterro. Ciononostante, vorrei girare il mondo e vedere un sacco di posti. Potrei ubriacarmi, ma essendo astemia meglio il narcotico.
    PS Bellissimo 'sto cottage!
    Silvana

    RispondiElimina

Ogni tuo commento è il motore di questo blog, ma se lo scrivi con profilo Anonimo ricordati di firmarti o non verrà preso in considerazione.
Altresì non verranno presi in considerazione commenti che potrebbero destare polemiche. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...