lunedì 15 aprile 2013

Work in progress... again!


E stato azzurro pastello e bianco, 
è stato all'aperto e al chiuso .
E' stato con il sole e pure con le nuvole.
E' stato pieno di gente e pure molto intimo.
E' stato a tema Toy Story, 4 anni fa.
E' stato con Sam il pompiere 2 anni fa...(foto sotto)
E' stata sempre diversa, ma per noi sempre speciale, la festa del Pasticcino.

Aprile 2011

L'anno scorso era Super Mario ad accogliere gli ospiti
(e non credo di avervelo mai mostrato...foto sotto )

Aprile 2012


Quest'anno non ama i personaggi che il commercio propone, 
lo aveva già detto, ricordate? "Non posso essere un super eroe, sono troppo timido".
Quest'anno mi sa che si trova al suo primo bivio...
"Mi piacciono ancora tanto Winnie the Pooh e Peppa Pig, ma forse son troppo
per bimbi piccoli e mi prenderebbero in giro..."
Ecco, ci siamo... Iniziano gli anni dell'omologazione, del voglio piacere, voglio essere accettato
e se sono come loro mi sento più tranquillo.
Lo combatto da una vita questo periodo (perché pare sia duro a morire..),
 io che, invece, come gli altri non mi ci sono mai sentita..nel bene e nel male.
Io se una cosa mi piace, bene!
..ma se devo perché lo fan tutti o è di moda...mmmm mi vien da fare esattamente l'opposto.
Avverto come una specie di panico già alla parola "devo". 
(tant'è che visto che lo shabby impazza ovunque, credo che a breve mi darò al dadaismo! ;) )

Io non sono lui e questo me lo sono tatuata in fronte per non cadere sempre nell'errore 
di credere di sapere ciò di cui ha bisogno. 
(Eppure almeno la pensione per aver fatto le mamme ce  la dovrebbero dare...che faticaaaaa!!!! ^_- )

Insomma, è lunedì... Lui è incerto sul tema, ma abbiamo già scelto la torta che vuole
e questo mi pare un buon inizio. Ha scelto la location, su questo era sicuro da un anno.. niente casa.
 Ora mi gratto la testa per altri cinque minuti, che pare aiuti le idee a venir fuori...
e sviluppo il menù del rinfresco. Poi mi metto seriamente all'opera...

Voi avete iniziato questa settimana con  un progetto?
Quale?

Buon lunedì...
^_^

36 commenti:

  1. Ciao cara Diana, tuo figlio ha una unicità speciale. Peccato davvero che ci sia questa paura del farsi accettare e di questa forzata omologazione...tanti xxx per tutte le tue idee, sarà comunque un grande successo!!!
    Io progetti??? ne ho tantissimi...sono lì che aspettano di essere concretizzati! bacini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, i tuoi progetti se ne stanno insieme ai miei mi sa... ;)

      Elimina
  2. Piccoli grandi ometti crescono e con loro paure e indecisioni...ma il tuo credo che alla fine saprà scegliere il giusto compromesso tra tutti i suoi dubbi momentanei! A te buon lavoro...so che alla fine sarà tutto impeccabile e come sempre unico e originale!
    Un abbraccio,
    Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara... stavolta la parola d'ordine è RELAX! ;)

      Elimina
  3. Buongiorno Diana,
    bhe che dire: ha le idee chiare il pasticcino..capisco la tua "ansia" ma ci sta che voglia essere accettato ed "essere come" gli altri, poi passa ;)
    Sono mooolto curiosa di vedere il buffet e la torta :) sarà tutto bellissimo, già lo so <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia non è affatto ansia, ci mancherebbe..Le cose che mi fan venire l'ansia sono bene altre :)

      Elimina
  4. Oh x carita' non mi parlare di omologazione che il mio gnomo ha compiuto 11anni.E non ha la play station.E non ha la wii.E non ha la PSP(che dal nome sembra una malattia esantematica).A dire il vero non ha neppure la TV...Pero' c'è il PC e tanto tanto amooore:e lui lo sa.A marzo è stato il suo complè e abbiam fatto la sua prima festa. Con gli 11maschietti della sua classe. A casa.Ero terrorizzata dal fatto che gli altri giocassero sempre e solo con i videogiochi.Dovevo sperare nel bel tempo xkè avevo organizzato una caccia al tesoro in campagna,nascondino,un pallone e un bel campo in cui giocare.Il giorno prima ha NEVICATO tutto il giorno.Il mio gnomo piangeva.E io con lui.Il giorno della festa c'era un sole pazzesco e 15gradi.Non aggiungo altro:alla sera erano esausti,zozzi come pochi,ma felici da matti.Il mio gnomo orgoglioso come un ometto.E io con lui...
    Qualunque cosa decidiate di fare,sara' fatta con amore mia dolce Di, quindi sara' un successo garantito!
    P.S.Voglio condividere con te questa cosa:lo gnomo sabato pomeriggio è andato all'oratorio da solo in bici...x la prima volta...sai cosa m'ha detto? "Mamma,mi son sentito GRANDE"
    Ohhhhhhhh il mio pulcinoooooooooo!!!!!!!!!
    Besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mentre leggo il tuo commento dalla scuola dell'infanzia mi avvisano che la Pasticcina ha perso il suo primo dentino. Crescono e lo fanno in fretta, giusto quei 10 anni che ti servono per realizzare bene quel che fai e chi sei e te li ritrovi grandi! Mah.. :)

      Elimina
  5. Che buffo....leggendo quanto hai scritto, soprattutto quando parli di te, mi sono rivista...anche io non sono mai stata "uguale" alla massa, agli amici che tutto facevano tranne crearsi una propria e originale personalità.....Io no.....sapevo cosa volevo e sapevo che a essere "DIVERSI" ci si guadagnava in amicizie e in autostima!! Sono sempre stata più o meno fiera di essere quella che ero/sono (tranne nell'aspetto fisico...eh si, quello in adolescenza mi ha dato del filo da torcere...anche se poi in realtà piacevo parecchio!!!..ma forse proprio per essere fuori dallo standard) e mi piacerebbe che anche i miei bimbi imparassero a diventare veramente LORO STESSI!!!! Ma forse dovranno passare obbligatoriamente attraverso la fase che sta vivendo il tuo Pasticcino!!!! Mah....io ancora ho tempo per vivere questo momento.....
    A presto,
    Lilly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco gente che da questa fase non è mai uscita...forse mi preoccupa solo quello! ;)

      Elimina
  6. Mi piace leggere i racconti e i pensieri di una "mamma"...mi fa capire con quanto amore e con quanto impegno cerchino di educarlo e farlo felice...quando sei piccolo non te ne rendi conto, perchè è sempre stato così, perchè è "normale" così...in bocca al lupo per la vostra festa!
    Buona settimana
    Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si diventa genitori (di pancia o di cuore) si capiscono un sacco di cose.. :)
      Crepi il lupo!

      Elimina
  7. Aspetto con ansia i tuoi nuovi sviluppi...il prossimo mese ho la comunione del primogenito...ti rubero' senz'altroqualche idea...:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma stavolta sarà tutto molto semplice...quindi me la prendo con calma! :)

      Elimina
  8. Ecco ... sei arrivata in quella fase .... La fase in cui un bambino vuole essere accettato e non vuole farsi deridere dai compagni .. e' dura lo so , ho mia nipote un po' piu' grandicella nella stessa fase , ma credo che poi capiscano da soli l'importanza di essere unici e non seguire la massa per forza , ci vuole tempo ma con la costanza di noi genitori che cerchiamo di far comprendere determinate cose senza pero' forzare troveranno la loro strada ... e il tuo pasticcino mi sembra davvero una personcina con un carattere molto forte .
    Anche io sono una che va un po' controcorrente , se piace a me e agli altri no peggio per loro .
    Buona giornata cara

    RispondiElimina
  9. Il tema di oggi merita riflessioni molto serie, infatti lo stai facendo già da un po' con il tuo ometto Lo attendono momenti impegnativi ma mi permetto di dire che, per quanto ho capito di lui, ha tutti gli strumenti per affrontarli, sarà faticoso ma ce la farà
    A te buon lavoro (come sempre) e alla Pasticcina un bacino speciale per la perdita del dentino
    Un abbraccio,
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto timido e introverso (eccetto che con me, ovvio) quindi è così difficile fargli capire certe cose...ma il tempo mi aiuterà! :)

      Elimina
  10. Cara Didi, goditi più che puoi l'infanzia dei tuoi piccoli, assapora ogni istante e ogni evento, stai loro vicino e "lontano", accompagnali nelle loro esperienze belle e brutte, ecc... il tempo passa in fretta e da pasticcini magari anche un po'paffutelli, te li ritrovi lunghi come grissini, a far di tutto un segreto," no questo non te lo posso dire mamma, quest'altra cosa non te la dico perchè non capiresti", e così via, come se noi adulti non ci fossimo passati dalle parti dell'adolescenza. Anche se con il passare del tempo seguiremo i nostri figli sempre da più lontano, la cosa importante e che sappiano e che sentano che noi siamo lì a vegliare su di loro. Buon lavoro...FIORE :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è quel che penso, quel che mi prefiggo e quel che spero di riuscire a fare! :)
      Grazie Fiore!

      Elimina
  11. Questi bimbi che crescono e vogliono dire la loro sempre più.. ma a volte non sanno cosa decidere.. vorrebbero tutto.. come ti capisco..
    Not Only Sugar

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh ma il mio è deciso... son io che non so bene da dove iniziare! Anche se ora ho tutto più chiaro... :)

      Elimina
  12. Cara Diana com'è vero che dovrebbero darci la pensione di mamme!....Mio figlio questa settimana ha compiuto 18 anni (il tempo vola...) e gli amici gli hanno tra le altre cose preparato un video in cui le foto della sua vita si succedevano una dopo 'altra...mi veniva da piangere, da ridere tante emozioni....Mi piace molto questa citazione, non so se la conosci " L'unica debolezza delle donne, é di mettere innanzi a se i figli" (E.J.). Tanti auguri a te e al tuo piccolo ometto ....si pasticcino sta diventando obsoleto...;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 18 anni sembrano così lontani, ma so che non è così... :)

      Elimina
  13. adesso cominciano le crisi...ma non per loro,per noi mamme !!! auguri a tutta la famiglia!Monica.

    RispondiElimina
  14. Ricordo qualche anno fa quando appena prima della festa di compleanno Andrea ha fatto sparire in un armadio tutta la sua collezione di pupazzi di Winnie the Pooh perché si vergognava (aveva già 9 anni!!) di farli vedere ai suoi amici. Devo dire in verità che io ne fui abbastanza contenta, il suo attaccamento al mondo dell'infanza a volte mi ha dato parecchie preoccupazioni. Uniformarsi agli altri non è sempre positivo, ma per alcuni è una fase necessaria per collocarsi in un gruppo e acquisire un po' di sicurezza prima di ricominciare a svilupparsi ancora individualmente. La vedo come una fase tipo "sono come voi, ma ora che siamo amici lasciatemi essere chi voglio".
    Il mio progetto di questa settimana è: scegliere finalmente il colore da dare alle pareti, acquistarlo, verificare lo stato di pennelli e rulli e prepararsi psicologicamente: il 25 aprile ci si mette all'opera! Buona festa al piccolo ariete (come me ;-) Silv.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace questa tua interpretazione, mi tranquillizza e mi da un senso diverso delle cose... Grazie :)
      Buon 25 Aprile! ;)

      Elimina
  15. Ciao, se ti fa piacere, sul mio blog c'è un premio per te da ritirare http://bogomillahoppkids.blogspot.it/2013/04/2-awards-per-me-che-dono-28-amiche.html
    Complimenti...te lo dono perchè sei fonte d'ispirazione!
    Ciao
    Bogomilla

    RispondiElimina
  16. ...omologazione?...non ne parliamo proprio, la mia bimba di 5 anni mi fa disperare...portiamo pazienza, arriverà il loro momento, capiranno da soli...certo per noi genitori è una "sofferenza" cercare di stare impassibili ma...capiranno...come d'altronde abbiamo capito noi...

    E per i progetti, tanti tanti tanti, ho voglia di novità e di iniziare un nuovo percorso...mi rimbocco le maniche e ci provo..
    Auguri al pasticcino allora!
    A presto
    Antonella

    RispondiElimina
  17. Che ne dici di un tema come i cowboy? Online ci sono delle scenografie stupende e non si é mai ne troppo piccini né troppo grandi per essere un cowboy :) Inoltre ci sarebbero anche un sacco di giochi "di gruppo" a tema...
    Mi piace un sacco il tuo modo di pensare, anche perché é pure il mio. Fai di testa tua e quando questo diventa di moda (e lo diventa, ahimé!) vai controcorrente e reinventati. Pure io amavo lo stile shabby, ma a furia di vederlo ovunque mi ha stufato. Ora mi sto orientando verso un industrial-country chic. Ancora non dovrebbe esistere all'infuori della mia testa. Speriamo sia vero! Un abbraccio ed in bocca al lupo con la festa grande mamma!!

    RispondiElimina
  18. Invece dell'alzatina parliamo di Peppa Pig. Di al Pasticcìno che c'è una grandigliona che la guarda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preferisco di gran lunga l'alzatina a Peppa Pig...ma glielo dirò ;)
      Grazie!

      Elimina

Ogni tuo commento è il motore di questo blog, ma se lo scrivi con profilo Anonimo ricordati di firmarti o non verrà preso in considerazione.
Altresì non verranno presi in considerazione commenti che potrebbero destare polemiche. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...