giovedì 12 settembre 2013

Point de vue...

Quante volte succede che un bambino chieda dov'è una cosa e noi dalla stanza accanto gli diciamo che è lì
dove dovrebbe essere. Ma lui non la vede. Poi arriviamo noi e facciamo il miracolo.
Ora, a parte la furbizia e l'esser paravento, proprie di certi bambini, vi siete mai chiesti perché accade?
Perché una persona molto alta ha un'aria quasi distaccata quando la si incontra per strada?
Perché una persona molto bassa si sente quasi intimorita in mezzo ad una  folla?
Perché un bambino si muove per casa con una difficoltà a noi sconosciuta?
Quando studiavo Scienze dell'Educazione frequentando il corso di Pedagogia Speciale (che adoravo tant'è che chiesi di sostenere 4 esami!) il mio Prof. in una bella giornata di Ottobre di tanti (ma tanti) anni fa mi diede gli strumenti per trovare la risposta a queste domande.
Domande all'apparenza banali e senza senso, con risposte che potrebbero andare dal " perché è distratto" al "perché è insicuro".
In realtà la risposta che accomuna tutte queste domande è una " punti di vista differenti". Manco a dirlo approfondii il tema con l'esame di  Psicologia col programma basato sulla  Psicologia della Gestalt. Una serie di studi che cambiarono il mio modo di vedere le cose, cambiarono il mio punto di vista, appunto.
Quando vostro figlio non trova la merendina dove voi l'avete lasciata, invece di arrabbiarvi o spazientirvi o che so io, fate una cosa...abbassatevi, portate i vostri occhi ai suoi. Rimarrete sorpresi nel constatare che lui da lì la merendina non la vede proprio.
Mio marito è alto e tutti, nonostante sia fatto di zucchero e cioccolato fondente di cui è ripieno (viste le quantità di fondente che mangia), da a molti l'impressione di esser sulle sue e di avere un certo distacco.
Voi vi immaginate come deve essere non vedere occhi, ma solo tante teste e capelli? Lui per ovviare si abbassa, si curva...(cambia punto di vista con conseguenti mal di schiena -_-)

il mio punto di vista

Questa cosa mi è rimasta anche nell'arredare una casa e dovrebbe esser presa in considerazione sempre, soprattutto se la casa è frequentata da alti e bassi. Adulti o bambini che siano.
Se metto uno specchio alla mia altezza, mio figlio potrebbe non arrivarci...mio marito potrebbe specchiarsi come Maria Antonietta dopo esser salita sul patibolo. Stessa cosa per i quadri.
La stessa stanza è percepita in maniera diversa da me , da noi, e dagli altri proprio in base al loro punto di vista... poi c'è il discorso sui gusti, ma quelli non si discutono mai.
Come mai stamattina vi parlo di questo? Perché ieri ero salita su una scaletta per sistemare le gocce di cristallo che avevo messo al lampadario e stavo controllando se a mio marito potessero da fastidio, magari finendogli in fronte. E poi mi son guardata in torno ed ho scattato una foto per vedere come lui percepisce il tutto. E da lì su, sembra davvero la casa delle bambole, tutto è più piccolo.
Rita ha visto la foto e mi ha chiesto perché mai fossi "lassù". Ecco, la risposta è questa e ve la siete sorbita pure voi. ^_^



Il suo punto di vista. (Per chi se lo stesse chiedendo, le gocce lo sfiorano appena appena... fiuuu)

"È tutta una questione di punti di vista, 
e spesso la sfortuna non è che il segno di una falsa interpretazione della vita." 
Henry de Montherlant

58 commenti:

  1. sono incantata Diana. veramente

    RispondiElimina
  2. :-)))) Diana, che bel post!
    Hai ragione, dovremmo cercare di cambiare punto di vista e osservare le cose sotto altre angolazioni. Il problema è che a volte siamo troppo abituati a ciò che ci circonda che guardiamo ma non vediamo/osserviamo.

    Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che a volte siamo anche troppo concentrati su noi stessi per accorgerci del resto... ;)
      Grazie dello stimolo che mi hai dato per parlare di questa cosa. :)

      Elimina
  3. Hai il potere di cambiarmi un po' ogni giorno... ogni giorno che ti leggo, che ti conosco cambia il mio punto di vista... appunto!
    E quell'ultima frase... niente di più vero!!
    Grazie tesorino!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Diana..
    Scusa ma sono rimasta un po cosi..
    Mi costringi a riflettere.
    Grazie

    RispondiElimina
  5. Eh si, il punto di vista si presta a profonde riflessioni che sarebbe buona cosa fare più spesso,
    grazie,
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, infatti mi sarei lasciata volentieri almeno ad altre 3 o 4 digressioni che l'argomento richiamava, ma per pietà vostra mi son trattenuta. :)
      Grazie a te :)

      Elimina
  6. Che bel post! Molto interessante, queste cose mi affascinano. Ahhh...complimenti per la casa
    Rosanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosanna , sono contenta ti sia interessato :)
      Grazie del complimento!

      Elimina
  7. Ecco perchè ti seguo... perchè tu non sei solo un ottima consigliera sull'arredamento ma sei anche un ottimo spunto riflessivo su qualsiasi argomento.
    Grazie non mi ero mai soffermata a pensarci ci farò più caso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina, mi piace pensare di poterci scambiare i pensieri...
      :)

      Elimina
  8. Ciao Diana, in effetti questa è una bella riflessione! La tengo spesso in considerazione anche quando le persone ragionano in modo diverso da me, spesso non si ha torto o ragione, dipende solo dal punto di vista!!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Sofia, anche per me è così e questo mi porta non poche difficoltà perché cerco di capire tutti e mi pare che pochi capiscano me! ahah :)

      Elimina
  9. Bellissimo questo post, mi ha incuriosito man mano che lo leggevo e mi ha dato da pensare.
    A volte, prima di rispondere a certe domande, bisogna riflettere su queste cose. Uno proprio non ci pensa.
    Stefy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte non ce le insegnano le cose, non tutte. E la vita è un lungo e lento imparare... :)

      Elimina
  10. Hai creato una discussione stupenda, sensibile e di cuore, tesoro. Ci vorrebbero più persone in grado di leggere 'i punti di vista', per capire meglio il mondo. Perchè la vita, la gente, ciò che abbiamo attorno.. non si può vedere mai solo con un paio di occhi. TVTTTTB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no, di occhi ne servono molti per vedere il mondo...
      grazie :)

      Elimina
  11. Ciao cara Diana. Anch'io ho affrontato questo pensiero tanto tempo fa con la mia facoltà , e penso che tra architettura e psicologia passi veramente poco,pensando che cio' a cui miri un bravo architetto è soprattutto migliorare la qualità della vita, ma per farlo si deve sempre conoscere prima a chi appartiene quella vita che si vuol migliorare.
    Da questo insegnamento io ho cambiato il mio modo di vedere e valutare le cose , gli spazi e le persone.
    Ho imparato ad abbassarmi a terra quando parlo con i bambini ... per guardarli dal loro punto di vista....non so se mi sono spiegata!!! Mi hai fatto fare un balzo di 20 anni...grazie!!!Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Mirtia, "abbassarsi" al livello di un bambino quando lo si guarda equivale ad un elevarsi di anime... Ti ho capita perfettamente! :)
      Un abbraccio

      Elimina
  12. E com'è che mio marito non trova MAI quello che cerca e che è sotto i suoi occhi???
    E' più facile gridare:"dove?", che guardarsi intorno....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto più facile si...
      Ma la questione furbi e paraventi che ho premesso in effetti, a pensarci bene, non è solo per i bambini!
      In bocca al lupo :)

      Elimina
  13. BELLO... GUARDI LE COSE DALLA PROSPETTIVA DEI FIGLI E ANCHE DEI GRANDI- DI TUO MARITO-.
    PECCATO CHE LE PERSONE CHE CI VIVONO ATTORNO NON SI ABBASSINO AI NOSTRI PUNTI DI VISTA, O SI CHIEDANO PERCHE TU LA PENSI COSI'.... SE FOSSE DIVERSAMENTE SAREMMO TUTTI PIU' FELICI, COMPRESI E PRESI IN CONSIDERAZIONE.... MA SICURAMENTE LA COSA PIU' IMORTANTE E'CONSIDERAZIONE CHE NOI ABBIAMO DI NOI STESSI E DEI NOSTRI PENSIER?
    CIAO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Gio, quello che dovrebbe interessarci è solo il nostro comportamento che del resto è l'unico di cui siamo responsabili. :)

      Elimina
  14. Quanto è vero.... Anch'io sono laureata in scienze dell'educazione... Sempre dovremmo guardare il mondo dal punto di vista dei bambini... Baci. melania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardare il mondo dal loro punto di vista è bello quasi quanto guardarlo dal punto di vista del bambino che è in noi (metaforicamente parlando, prima che mia mamma pensi di diventare tris-nonna! ahah )

      Elimina
  15. Bellissimo e verissimo, cambiare punto di vista ci aiuta a rivedere a reinterpretare il nostro piccolo mondo.. Ci sto provando. Resta il fatto che sia se guardo da su da giù casa tua resta sempre un bijoux!! Hahhahaahah a proposito mi piace l'apple pie restyling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu!
      ...ma passa intorno alle 17 e vedi che bijoux di casa che è! ahahah :)

      Elimina
  16. Tu avrai ragione da vendere... ma mi sai dire perché mio marito, che non è affatto alto ma più o meno come me lo è, non trova mai un "castamazzo", cioè non vede le cose sotto il suo naso dopo pure la mia spiegazione???... questione di punti di visto... ma non solo, credimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché lui rientra tra le categorie "furbi e paraventi " di cui sopra... O tra quelli che, come dice sempre mia madre, "non troverebbero neanche l'acqua al mare"...
      Ma il mio discorso era focalizzato su altro. :)

      Elimina
  17. aperture mentali..punti di vista differenti..bello Diana..grazie per i consigli ..che poi a noi mamme ci viene di istinto abbassarci quando spieghiamo una cosa al nostro bambino, oppure giochiamo con lui..perchè poi ce lo dimentichiamo? mha..grazie per la riflessione..<3
    bacio Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A te lo posso dire... shhhh... ma io mica volevo dar consigli a nessuno, eh!
      Volevo dare uno spunto su cui riflettere... :)
      Grazie Lisa

      Elimina
  18. Concordo appieno...a volta se a 360° nella vita ci si sforzasse di guardare le cose da varie angolazioni o punti di vista ci risparmieremmo tante grane ed incomprensioni...e non mi riferisco solo si bambini!
    Bellissimo post...
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente Antonella, pienamente!
      Grazie !

      Elimina
  19. "Try to see it my way, Only time will tell if I am right or I am wrong. While you see it your way
    There's a chance that we might fall apart before too long ...." così cantavano i grandi Beatles. Vedere le cose dal punto di vista degli altri è una delle cose più difficili da fare. Io ho l'abitidine di accovacciarmi quando parlo con i bambini piccoli, ma questo non basta sempre per vaderla come la vedono loro. Ma l'esperienza insegna anche che spesso il "Mamma, dov'èèèèè???? Non lo veeeedoooo!" è dovuto solo a una bella dose di pigrizia ;-) Bellissimo post Diana, m'è piaciuto assai assai! Silvana

    RispondiElimina
  20. Allora:io sono ASSOLUTISSIMAMENTE d'accordo con te. Se ognuno di noi cercasse,almeno una volta al giorno,di vedere le cose dal punto di vista dell'altro,non ci sarebbero piu' discussioni.E' cosi' semplice! Ma non lo facciamo mai, o comunque poche volte.E' come con la pallina da golf:io la vedo bianca e tu rotonda.Di che t'incaponisci?E' sia l'una che l'altra.
    Ah,cara Di, ci sto davvero bene qui a casa Apple Pie!
    Grazie stelasa dora! ( grande stella dorata)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo vedi che abbiamo lo stesso punto di vista?!
      Sono felice di averti accolta qui e di non averti lasciata andar via :)

      Elimina
  21. Molto interessante! Ma perchè io che viaggio altezza tombino, in casa trovo tutto e i due 'spilungoni' chiedono sempre qualsiasi cosa a me???
    Non ci sarà anche una questione di 'punti di pigrizia'? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....perché lassù arriva poco ossigeno e la vista si annebbia!
      Noi invece...tutta un'altra aria! :)

      Elimina
  22. Davvero un interessantissimo post....fa riflettere molto su ogni punto di vista...e credo che il nocciolo della questione sia la comprensione...comprendere gli altri punti di vista...pero' molte volte entra in scena l egoismo...e gli altri punti di vista...vanno a farsi un giretto...un abbraccio cara diana e grazie di cuore per questa riflessione....regina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero e certe volte si fanno davvero dei bei giretti ;)
      Grazie di esser passata anche oggi!

      Elimina
  23. Ma sai che non ci avevo mai pensato a questa cosa ?? Davvero molto educativo questo post credimi !
    P.S. Mi piace tantissimo il ramo di fiori disegnato sulla parete che richiama il divano , l'hai fatto tu ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie gioia, ho solo condiviso con voi un insegnamento datomi tanti anni fa nella speranza che suscitasse in qualcuno lo stesso stupore che suscitò in me, dandomi un valido sprint per proseguire e capirne di più e meglio.
      Il disegno è uno sticker che mi è servito a proteggere quella zona dalle manine sporche di colore che stavano colorando il muro appena pochissimo tempo dopo le mie fatiche! ;)

      Elimina
  24. Non dimenticherò più le tue parole, un post davvero molto interessante!!
    Elena

    RispondiElimina
  25. Buongiorno Diana, torno ora a leggerti dopo una lunga estate e ho letto tutti insieme i tuoi post settembrini sempre fonte di curiosità e approfondimento, semplici e spontanei (come una chiacchiera tra amici) o spunti di riflessione proprio come questo.
    Devo dire che i miei genitori mi hanno insegnato ad osservare e ragionare valutando i vari punti di vista, "girare intorno" e io mi ritrovo felicemente a farlo spesso.
    Ma non è sempre così semplice e noto che non tante persone lo fanno, credo sia un po' per pigrizia e un po' perchè in realtà serve allenamento e disponibilità...
    Buona giornata e a presto!
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata Francesca!
      Ma sai che hai detto proprio la cosa giusta? Serve allenamento, disponibilità ad ascoltare l'altro oltre che se stessi (come molti fanno).
      Buona giornata a te :)

      Elimina
  26. I love your living room Diana - it can be difficult to group pictures together - but you have done it to perfection. If we lived and worked in your country, we would so much love to shoot your home for a magazine.

    Thank you so much for including Natural Calico in your wonderful Blog - and to your readers for their lovely comments :)

    Marie

    RispondiElimina
  27. Dear Diana - I think your living room looks beautiful ....... It can be difficult to arrange pictures on a wall - but you have done it to perfection :)
    I would just like to thank you and your lovely readers for all your kind words about my new little business - Natural Calico. Love and best wishes. Marie xx




    RispondiElimina

Ogni tuo commento è il motore di questo blog, ma se lo scrivi con profilo Anonimo ricordati di firmarti o non verrà preso in considerazione.
Altresì non verranno presi in considerazione commenti che potrebbero destare polemiche. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...