sabato 2 ottobre 2010

A casa dei Nonni


Se c'è una casa nei nostri ricordi che non dimenticheremo mai,
nonostante il tempo, è la casa dei nonni.
La casa dei nonni è solitamente un rifugio, più che una casa..
almeno per i bambini.
E' il posto dove trovare amore e coccole in quantità.
Di solito la casa dei nonni è un posto accogliente, molto ordinato e pulito.
I profumi sono il segreto di un'alchimia perfetta tra il ricordo ed il tempo.
Chi, chiudendo gli occhi, non ricorda il profumo della casa dei propri nonni?
Solitamente profumano di sapone di marsiglia, di cera d'api,
di pasta al forno, di ciambellone, di marmellate fatte in casa...
quella dei miei nonni profumava di torta di mele,
ma a volte anche di minestrone e formaggio. ^_^





A casa dei miei nonni alle 16 si prendeva sempre il tè!
Quanto mi piaceva il tè fatto da mio nonno!

Spesso i nipoti, nella casa dei nonni, hanno un posto segreto..o un posto magico.
Il posto dove vengono rinchiusi i giocattoli con cui solo lì si può giocare.
Chi non ricorda i giocattoli con cui giocava a casa dei nonni?
Io credevo che da grande avrei costruito case, perché a casa dei miei nonni,
rigorosamente tenute sotto l'armadio della cameretta,
c'erano loro..le costruzioni lego!
Ah, quante case ho costruito..qualcuna cercavo anche di arredarla!
( quando si dice che uno certe fissazioni se le porta dietro da piccolo, ecco cosa intendono!)
Nel terzo cassetto di una piccola cassettiera, poi, c'era lei... Bellagioia.
Ah, quanto mi piaceva!
Era una qualche sottomarca della Barbie,
biondissima, altissima, magrissima
e con un corpo un po' più morbido e gommoso
di quello della cugina originale.

Ah, la casa dei nonni.
I miei ricordi d'infanzia sono tutti lì.
Mi basta chiudere gli occhi e la rivedo tutta quella casa...
centimetro per centimetro...
e se immagino di aprire l'armadio di mia nonna
sento pure l'odore della naftalina.

Ecco, io certe cose le metterei proprio in naftalina..
per non perderle mai...
ma la vita si sa, è un fiume che scorre
e porta con se ogni giorno
qualcosa di nuovo
e di quel che è stato restano, per fortuna, i ricordi.


Oggi sono i miei figli a godersi la casa dei loro nonni come un posto magico..
hanno i loro rituali, i loro posti segreti, i loro giochi
e cose che amano fare solo lì, con i loro nonni.
I miei bimbi stanno costruendo i loro ricordi, la loro infanzia, la loro vita...


Si dice che non ci sia ricompensa migliore per un genitore
che diventare nonno.
Credo sia profondamente vero.
Oggi è il 2 Ottobre.
E' la festa dei Nonni, festa nuova e molto gradita.
Auguri ai nonni, allora.
A quelli di ieri e di oggi,
perché è vero che certe persone vivranno
finché sarà vivo il loro ricordo.



Passate tutti un felice fine settimana!

13 commenti:

  1. AUGURI A TUTTI I NONNI !!! Se non ci fossero dovrebbero inventarli !Anch'io ricordo quando andavo dai miei nonni paterni sentivo l'odore del sapone di marsiglia e di naftalina ... poi ogni pomeriggio mi faceva il caffe' d'orzo ...mmmm quanto era buono di una marca che ora non fanno piu' . Purtroppo i nonni materni erano lontani ma quando andavo che bello ...scoprire ogni angolo della casa , li si sentiva odore di mele e krapfen.Oggi non ci sono piu' ma il ricordo e' sempre nel mio cuore. Ora e' mio figlio che si diverte con i nonni e io ne sono felice . Buon weekend Michela

    RispondiElimina
  2. E' bello scoprire che certi passaggi nelle nostre vite sono obbligatori. Oggi sono nonna anche io e leggere queste poche righe mi ha fatto pensare a quando anch'io, anche se una volta l'anno perché erano lontani, passavo un mese a casa dei nonni. Quando io portavo mia figlia dai nonni, e ora Lei porta i suoi figli da me. E quando chiedo al mio nipotino più grande (4anni)perché vieni sempre qui e lui: nonna mi piace tanto la tua casa, e mi piace dormire con te. Questi ricordi cosi teneri lo accompagneranno e ci accompagnano sempre grandi o piccoli che siamo. Grazie

    RispondiElimina
  3. Quanto è vero tutto quello che dici! Anche i miei ricordi con i nonni hanno i loro profumi, i loro sapori e colori. Sensazioni magiche di un tempo perduto ma mai dimenticato..
    Buon fine settimana
    paola

    RispondiElimina
  4. Quanti ricordi hai fatto affiorare! Ricordo con tanto amore la casa di mia nonna!
    E' vero: ora sono inostri piccolini che rivivranno queste cose...ma noi le rivivremo con loro, perchè questo è il bello di essere genitori!
    Buon week end!
    Mara

    RispondiElimina
  5. @Michela: che bello leggerti!! Sono contenta davvero che tu mi abbia contattata, così ci si può scambiare idee ed emozioni..
    Il caffè d'orzo! Ma lo sai che mi hai fatto emozionare? L'avevo dimenticato..anche mio nonno me lo faceva! Sarà per questo che oggi prendo solo caffè d'orzo?!
    Un abbraccio speciale e ancora grazie.

    @ Ramy: E' una ruota a senso unico...hai ragione. Senti, ma lo vogliamo dire a tutte che tu sei la mia mamma?!
    Non si può non essere che orgogliose di una mamma come te! >>>>>>AUGURIIII x oggi!<<<<
    Bacino

    @ Paola: Tu riesci sempre a dire in due parole quello che io dico con 10! ti abbraccio.

    @ Mara: hai ragione, tutto questo fa parte del bello dell'essere genitori!

    RispondiElimina
  6. ricordi dolcissimi ed emozionanti ci accomunano tutte.....grazie per tutto questo ed auguri a tutti i nonni del mondo...lory
    www.ilfilodelcuorericami.com

    RispondiElimina
  7. Oh, tesoro, mi hai fatta piangere... no, non è colpa tua, è che oggi è la festa dei nonni, come hai ricordato anche tu, e io i nonni non li ho più, ahimé. Ma mentre due non li ho mai conosciuti e uno l'ho conosciuto pochissimo, l'altra, la mia Nonna, quella con la N maiuscola, è stata di fatto la mia mamma. Ho vissuto con lei per 21 anni, ho dormito nella stessa sua stanza accanto a lei per 21 anni e, lo ammetto, abbiamo anche litigato per 21 anni. La nonna era burbera, brontolona, di poche parole, "mugugnava" sempre per tutto, urlava spesso e perdonava subito. Era severa, intransigente, ma sapeva essere dolce. E' stata la mia mamma perchè la mamma vera lavorava; lei mi ha cresciuta, insomma. Con lei di tante cose non potevi parlare, non mi ha insegnato a ricamare, non faceva le torte perché lavorava anche se doveva essere in pensione ed era sempre stanca; era una di quelle donne con "la scorza dura", che ha vissuto una guerra, ha visto la fame e la disperazione, e che ha asvuto una vita difficile (vedova giovanissima con una bambina in fasce, niente soldi e solo tante preoccupazioni) eppure ce l'ha sempre fatta.
    Mi ha insegnato però il valore del denaro, del lavoro onesto, della fatica, del risparmio. Mi ha insegnato a stringere i denti e trovare sempre un modo per cavarsela.
    La Nonna è mancata due anni fa, all'improvviso, me l'hanno portata via dalla sera alla mattina. Non l'ho ancora accettato, non riesco ancora a crederci. Ancora ora, quando la mattina mi sveglio e vedo la sua foto sul comodino, sorridente e allegra in un momento tranquillo, oppure quella in cui tiene in braccio me neonata, mi viene voglia di prendere il telefono e chiamarla.
    Poi mi ricordo che Lassù i telefoni non ci sono; e mi scappa la lacrimuccia.
    La casa dei nonni era la mia, vivevamo con lei; ma di lei non potrò mai dimenticarmi.
    E perdonami, tesoro, questo post triste, ma ahimè ancora ancora pensare alla Nonna mi fa stare male; è il più grande dolore che abbia mai conosciuto, e non ho ancora imparato a conviverci senza piangere.
    Però ti ringrazio lo stesso, perché come dici tu, i ricordi sono la cosaa più bella che ci resta.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  8. Marty,
    sei tu che hai commosso me...
    La mia nonna, quella con la N maiuscola, come dici tu, se n'è andata 8 anni fa...ed io ancora non riesco a passare nella via dove c'era la sua casa.
    Casa che non ci appartiene più. :(
    Anche io sono cresciuta con lei...anche io come te ho problemi nell'accettare un dolore così grande.
    Ti capisco.
    Ahi se ti capisco.
    Ma tu cerca di star su, non piangere per tristezza..perché io sono certa che loro sono con noi..in noi..
    Ti abbraccio stretta stretta!

    RispondiElimina
  9. Che altro aggiungere...l'ultima foto è più che significativa e più che ai nonni miei che sono stati amati mi fa pensare a quei nonni "abbandonati" e soli...la festa di oggi è dedicata da parte mia anche e soprattutto a loro.
    Un sorriso
    Debora

    RispondiElimina
  10. @ Debora: come sempre hai avuto un gran bel pensiero..
    un sorriso a te
    Diana

    RispondiElimina
  11. Ciao Di!
    Come al solito tu hai la capacità di commuovermi! Bellissimo post, molto emozionante.
    Già, i nonni....io sono fortunata perchè come sai vivo nella casa che era dei miei nonni e in ogni angolo ho un ricordo...che fortuna!
    Un bacio
    Fra

    RispondiElimina
  12. Fra, sei fortunatissima..si...
    Bacino

    RispondiElimina
  13. sei fantastica...grazie

    lorena

    http://www.ricamaeamaconme.splinder.com/

    RispondiElimina

Ogni tuo commento è il motore di questo blog, ma se lo scrivi con profilo Anonimo ricordati di firmarti o non verrà preso in considerazione.
Altresì non verranno presi in considerazione commenti che potrebbero destare polemiche. Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...